Reiki e Alzheimer: Idee per la Qualità della Vita

REIKI E ALZHEIMER

Letizia Espanoli, laureata in Servizio Sociale con il massimo dei voti e lode, ha fondato l’Associazione “Alzheimer Pordenone” e ne è stata presidente per otto anni.
Letizia si dedica da più di vent’anni alla definizione di un nuovo modello di gestione e relazione rivolto alle persone affette da demenza, educando e rieducando gli operatori a comprendere che non è sufficiente dar loro da mangiare e bere, lavarli e farli dormire, poiché i malati hanno – ed è provato – consapevolezza sia della malattia, sia dell’emergere dell’ombra, sia coscienza di perdere giorno dopo giorno pezzi di se stesso.

Asserisce che è indispensabile viaggiare nei frammenti dei loro ricordi, alla ricerca della loro storia di vita, della musica amata, del profumo preferito, perché “non ha senso aggiungere giorni di vita, ma occorre aggiungere vita ai giorni che restano”.

Letizia Espanoli è anche Master Komyo Reiki, e da uno studio condotto in collaborazione con B. Brignoli e R. Crespolini del centro diurno integrato Alzheimer Arioli Dolci di Treviolo (BG), ha dimostrato che l’applicazione di Reiki riduce i disturbi del comportamento (BPSD) nelle persone affette da demenza.
Infatti, uno studio pilota effettuato su una donna anziana affetta da demenza di tipo Alzheimer, ha evidenziato una rilevante diminuzione della frequenza di wandering (vagabondaggio), aggressività verbale e irrequietezza.

Letizia afferma: nel 2009 ho iniziato questo viaggio di conoscenza fantastico, che oggi mi fa asserire, senza ombra di dubbio, che il Reiki può davvero essere utilizzato per raggiungere numerosi obiettivi e che meriterebbe di essere inserito in ogni percorso di aggiornamento.

di Sant’Agostino:

La speranza ha due bellissimi figli, lo Sdegno e il Coraggio.
Lo Sdegno per le cose come sono e il Coraggio per cambiarle.

Gassho

Maria Rosa

 

 

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

5 + 13 =

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>